Archivio | febbraio, 2013
24 Feb

c’è sempre il grande giullare di corte a cui rivolgersi…

ilNichilista

Il feticismo del voto in un paese che fino a ieri assegnava percentuali a una cifra alla fiducia nelle istituzioni è un paradosso che andrà approfondito da chi guarderà a quest’era politica e sociale da sufficientemente lontano per comprenderla davvero. Ma è affascinante quanto l’equazione voto-democrazia abbia attecchito perfino in un contesto dove a mostrarsi più di ogni altra cosa sono le rovine. Potrebbe essere un buono o un cattivo segno. Io propendo per la seconda ipotesi. Dire se non voti non ti puoi lamentare, se non voti lasci che gli altri decidano per te, se non voti non sei un cittadino a tutti gli effetti rivela infatti, credo, un’ipocrisia fondamentale, più che un attaccamento alle forme democratiche che conosciamo. Sta nell’idea che la partecipazione alla vita pubblica del paese si compendi e definisca nell’esercizio del proprio diritto di voto, che sia quello il gesto per eccellenza o, quantomeno, il…

View original post 603 altre parole